• Italian (Italy)
  • French (Fr)
  • English (United Kingdom)
  • Español(Spanish Formal International)

Menu Principale


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Sostegno a distanza: l'esperienza e le riflessioni di Ritmi Africani Onlus PDF Stampa E-mail
Domenica 26 Ottobre 2008 22:18

FatouAbbiamo sempre pensato l'adozione a distanza come una formula di sostegno continuativo, che offrisse a un bambino la possibilità di andare a scuola, di curarsi e di vivere una vita degna, rimanendo nel suo paese e con la sua famiglia. Molto più di un semplice aiuto economico, un sostegno che stabilisse al contempo un vincolo di solidarietà, di comprensione e di affetto reciproco tra popolazioni diverse.

 

Il progetto è partito dal 2005 e ha visto coinvolti 100 bambini e ragazzi senegalesi appartenenti a famiglie che vivono in una situazione di disagio economico e sanitario, nelle località di: Bignona, Diourou, Diakine, Dakar, Sebikotane, Babak, Popenguine. Anno dopo anno, abbiamo visto questi ragazzi crescere, e noi con loro.

 

Nel marzo 2015, in seguito ad alcuni cambiamenti nella gestione del progetto e alla riduzione del numero e della disponibilità dei volontari italiani e senegalesi, abbiamo scelto di procedere ad una riorganizzazione radicale del sostegno a distanza. Come chi ci conosce sa, la nostra associazione è composta da pochi volontari, che negli anni passati hanno trascorso il loro tempo libero in Senegal, contribuendo alla realizzazione di molti progetti tra i quali l’adozione a distanza. Abbiamo sempre assicurato la nostra presenza nei villaggi dei bimbi almeno 2 volte all'anno. Questo permetteva a noi di essere sicuri che il contributo da voi ricevuto venisse esclusivamente usato per la for- mazione scolastica e la salute dei bimbi, e a voi di costruire un rapporto diretto con il bimbo sostenuto tramite scambio epistolare e foto.

Purtroppo però nel corso degli anni ci siamo resi conto, a malincuore, che il sostegno a distanza così strutturato continua a promuovere e diffondere una mentalità assistenzialista e caritatevole tra le famiglie e i ragazzini delle località coinvolte. Una mentalità che da sempre Ritmi Africani intende combattere, promuovendo invece auto-organizzazione e reciprocità. Da qui sono partite le nostre riflessioni sulla necessità di modificare il progetto.

Due altre ragioni ci hanno spinto in questa direzione. In primo luogo, da qualche tempo noi volontari italiani non riusciamo a viaggiare con la stessa frequenza, per motivi familiari ed economici. Allo stesso tempo, i volontari senegalesi referenti del progetto nelle diverse località coinvolte non sempre sono in grado di fornirci i resoconti e le ricevute relative alle spese effettuate per i bambini sostenuti a distanza con il denaro da noi inviato.

 

Per questo motivo, non potendo al momento garantire un controllo diretto e costante sulla gestione del progetto, abbiamo deciso di accompagnare il progetto adozione a distanza, così come strutturato fino ad oggi, verso una conclusione. Abbiamo quindi comunicato la situazione ai sostenitori coinvolti nel progetto (tramite una lettera, inviata via mail o via posta, datata 15 marzo 2015) e chiesto loro di interrompere le proprie donazioni per l'adozione a distanza – ma attenzione: Ritmi Africani non ha interrotto drasticamente il sostegno ai bambini e ragazzi del progetto adozione a distanza!! Grazie alle donazioni ricevute in questi anni, e alle attività di raccolta fondi, siamo infatti in grado di continuare a sostenere i bambini delle famiglie attualmente coinvolte nel progetto per i prossimi tre anni.

Questa scelta è data dalla nostra volontà di mantenere la coerenza con i principi che da sempre ispirano il nostro operato, nonchè la serietà e trasparenza con cui abbiamo sempre cercato di operare. Invitiamo gli ex-sostenitori del progetto, e chiunque fosse interessato a saperne di più e/o a condividere esperienze simili per quanto riguarda la gestione di progetti di adozione a distanza, a prendere contatto con noi, telefonicamente o via mail, per ricevere ulteriori informazioni e scambiare idee e riflessioni.

 

Info: +39 3487093058 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 09 Marzo 2016 10:36
 

Iscriviti alla Newsletter




Fai una donazione

Donate using PayPal
Somma:
Inserisci un commento: